Tiroidite di Hashimoto a Pescara

Tiroidite di Hashimoto a PescaraLa tiroidite di Hashimoto è una patologia autoimmune che colpisce un ampio numero di persone ogni anno ed è a carattere cronico. Per scoprire di avere questo genere di disturbo devi necessariamente rivolgerti a un centro diagnostico come lo studio ecografico della Dr.ssa Ilde De Sanctis a Pescara, che attraverso l’utilizzo di strumentazioni all’avanguardia valuterà nel merito l’eventuale presenza della tiroidite di Hashimoto. Questa patologia va tenuta sotto controllo ogni anno per scoprirne l’aggressività e intraprendere eventuali terapie. È dovuta essenzialmente a una reazione autoimmune per cui l’organismo stesso andrà ad attaccare le cellule della tiroide. C’è da sottolineare che non ci sono particolari sintomi da monitorare, ma bisogna fare un distinguo in quanto questa patologia si può presentare in due forme differenti. Nello specifico può essere ipoattiva e quindi si parlerà di ipotiroidismo oppure iperattiva quindi di ipertiroidismo. Nella prima situazione che è quella meno comune, il paziente deve necessariamente assumere degli ormoni tiroidei per tutta la propria vita per sopperire a questa mancanza.

Tiroidite di Hashimoto: i sintomi

I sintomi della tiroidite di Hashimoto sono piuttosto deboli e di difficile lettura. Nel caso specifico se sei affetto da questa patologia solitamente hai a che fare una stanchezza costante nel tempo e soprattutto non tolleri il freddo. Queste due situazioni associate ti dovrebbero indurre nel valutare l’opportunità di effettuare appositi esami diagnostici e quindi intraprendere un percorso terapeutico adatto qualora il caso lo imponesse. Da un punto di vista prettamente scientifico, quando sei affetto da questa patologia, in pratica la tua tiroide viene letteralmente invasa da un numero considerevole di globuli bianchi per cui il corpo reagisce di conseguenza creando degli anticorpi che a loro volta, purtroppo, attaccano la tiroide. C’è da sottolineare comunque che nella stragrande maggioranza dei casi non ci sono particolari sintomi e solitamente la tiroide funziona in maniera corretta anche se costantemente sottoposta a questa reazione autoimmune. La tiroidite di Hashimoto è statisticamente più probabile tra le donne soprattutto quelle più anziane e ha carattere ereditario.

Trattamento e diagnosi

Negli ultimi anni la scienza ha fatto enormi passi avanti in questo specifico ambito e oggi è possibile avere un trattamento adeguato per contrastarne i sintomi. Inoltre, ci sono alcuni esami specifici che permettono di valutare in maniera precisa l’eventuale presenza della tiroidite in un soggetto. L’esame più significativo è quello relativo alla funzionalità tiroidea che prevede diversi ambiti. In particolare vengono misurati e valutati i livelli degli ormoni tiroidei. Per quanto riguarda il trattamento nella stragrande maggioranza dei casi non è necessario assumere farmaci, bensì tenere sotto controllo annualmente l’evoluzione. Bisogna avere degli accorgimenti per quanto riguarda il consumo di iodio. Qualora questo non dovesse essere sufficiente, bisognerebbe procedere con una terapia che prevede l’assunzione di un farmaco che aumenta il livello di ormone tiroideo. Presso il nostro studio ecografico effettuiamo degli esami specifici per valutare la funzionalità della tiroide.